BellaVera

Detossinarsi a gennaio

Natale è passato e io oltre ad avere la casa ancora piena di merci a rischio (cioccolatini, torroncini, mattonelle di cioccolato fondente) sto male da 3 giorni.
Nausea, una pancia tanto gonfia da far pensare ad una gravidanza (no. Non sono incinta) e malessere generale.
Ho evidentemente esagerato e il mio corpo, che è molto più vecchio e saggio della mia testa, mi chiede di smettere.
Quindi per questo giro ho scelto una dieta supersalutare, senza bicchieri di bollicine e senza roba chimica.
Vi consiglio di seguire questo regime almeno per 3/4 giorni.
E poi per 2 giorni a settimana per un mese.

REGOLE FONDAMENTALI

Togliete il sale
Serve, io non ci credevo e dicevo sempre: ma io salo pochissimo…
Ecco tra salare pochissimo e non salare proprio c’è una notevole differenza.
Se vi pesa molto potete toglierlo solo per il primo giorno di dieta.

Togliete lo zucchero
potete usare il fruttosio, la stevia, il dolcificante.
E il miele?
No.
Prima che pensiate che sono la solita talebana e che il miele fa bene e che io non capisco un tubo vi voglio spiegare l’oscura verità dell’indice glicemico.
L’indice glicemico misura la capacità di un alimento di alzare la glicemia dopo il pasto e di stimolare quindi la RISPOSTA INSULINICA.
Ora non vi sto a tediare troppo ma facendo le ricerche per il libro (#guidacinicaallacellulite) ho scoperto che l’insulina, se subisce sbalzi, causa un sacco di danni.
Grasso, ritenzione idrica, ossidazione e chi più ne ha più ne metta. Quindi tenere a bada questo benedetto indice glicemico è fondamentale e, il miele, per esempio ha un indice glicemico alto. Il fruttosio, per esempio, no.

Lo stesso discorso vale per le farine raffinate, sparano l’indice glicemico in alto, con il conseguente rilascio di insulina da parte del corpo.
Dobbiamo usare alimenti integrali.
Noterete che non ci sono i legumi, mi spiace, ma è innegabile che i legumi gonfiano il pancino e io sembro già gravida.

In più ho eliminato anche i latticini.
Quindi niente formaggio e niente latte, dovrete usare i latti vegetali. Ovviamente non zuccherati.
Per farvi capire quanto sono convinta di questa cosa vi dico che ieri mi sono fatta il latte di mandorla da sola in casa.

mandorla

Ricettina:
1 litro di acqua
120 grammi di mandorle (io le ho usate pelate)
Lasciate le mandorle nell’acqua per un’ora.
Poi le frullate bene bene (io ho usato il minipimer)
Lasciate per un’altra ora.
Filtrate.
Si conserva in frigorifero 3 gg.

Ma passiamo alla pratica:

COLAZIONE
(scegliere tra le diverse opzioni)

  • Fiocchi di avena integrali o cereali integrali (2, 3 cucchiai) con latte vegetale.
  • Uno smoothie preparato con 1 mela, latte vegetale, frutti rossi o un kiwi.
  • Un cappuccino preparato con il latte vegetale e un frutto (la banana non è un frutto… da brave…)

Potete aggiungere a piacere caffè o the dolcificati con fruttosio o stevia.

SPUNTINO (metà mattina e metà pomeriggio)
(ne dovete scegliere uno, non tutti insieme…)

6 mandorle
1 kiwi
1 pera

PRANZO

Opzione 1

Riso integrale o basmati 60-80 grammi (sempre per via dell’indice glicemico)

riso

+ verdure tra le quali sono consigliatissimi i carciofi, io i carciofi non li so pulire quindi compro i cuori di carciofo surgelati.
Insalata verde mista condita con 1 cucchiaino di olio.

Opzione 2

Spaghetti integrali (gli spaghetti hanno un indice glicemico più basso degli altri formati di pasta) circa 60 grammi con verdure e un cucchiaino e mezzo di olio.

Opzione 3

Pesce al forno o al vapore o alla griglia fino a 300 grammi con verdure verdi e un cucchiaino di olio

Opzione  4

Sashimi o carpaccio di salmone o tonno o polpo (100 grammi) con insalata verde condita con 1 cucchiaino di olio e 1 fetta di pane integrale o proteico.

Opzione 5

Petto di pollo fino a 250 grammi con insalatina e un cucchiaino di olio

CENA

Una a scelta tra le opzioni del pranzo oppure:

Minestra di verdure senza patate e senza legumi e una fetta di pane integrale tostato o proteico.

Io la minestra la preparo così:
zucchine
sedano
carota (1 sola)
funghi champignon (li compro già puliti e a fettine)
cavolfiore o cavolo romano o verza
porro
asparagi (se è stagione)
un pezzetto di topinambur (scoperta super del 2015) mettetene poco perché ha un sapore deciso.

Prima di andare a letto
Come sempre
Le preghiere.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

35 pensieri su “Detossinarsi a gennaio

  1. Eleonora Manni says:

    Io questa settimana ho deciso di fare 48 ore senza zuccheri, unici concessi quelli della frutta. È una cazzata?
    Dovevo testare la talebana che c’è in me!
    Però lunedì voglio provare il tuo regime alimentare!
    Il latte di mandorla lo fai semplicemente con il minipimer? Io ho sempre pensato che mi si sarebbe rotto, voglio provare!!!
    Grazie dei consigli cinici! 😉

  2. LauraLaurina says:

    Però adesso ci devi spiegare perché gli spaghetti hanno l’indice glicemico più basso degli altri formati? Sono curiosa…

    • L'estetista cinica says:
      L'estetista cinica

      credo dipenda dalla superficie esposta alla trafilatura. pare che l’amido che passa alla trafilatura subisca un processo che lo rende meno biodisponibile, gli spaghetti sono lunghi e quindi più amido è soggetto a questo processo.

  3. Silvia says:

    Wowwwww! Dai, non mi sembra così impossibile da fare. Ed è anche super super sana!!!!!
    Credo proprio che la seguirò.
    Sei la migliore.

  4. Nunzia says:

    Solo con i tuoi consigli alimentari io non mi avvilisco e penso che posso farcela!
    Ultimamente appena uscita da studio di un noto nutrizionista, ho preso il cartaceo con la dieta e l’ho buttata nel primo cassonetto. Giuro
    Ma proprio mi é presa una rabbia! C’erano cose infattibili per chi lavora e in contesti “ufficiali”
    Ti adoro

  5. Francesca says:

    Cinica, ho un paio di domande!
    1) è possibile inserire anche delle spremute di arancia? per esempio come spuntino al posto del frutto?
    2) come mi regolo in caso di attività fisica? io prima di andare a correre (come sai, all’alba) mi mangio un cucchiaino scarso di miele, per darmi energia. Me lo posso concedere, prima della corsa?
    3) per un uomo, aumentiamo un po’ le dosi, giusto?

    Grazie 😉
    Fra

    • L'estetista cinica says:
      L'estetista cinica

      scusa il ritardo ma sono in fase scrittura libro.
      ok la spremuta anche se sazia meno essendo liquida. tienilo presente.
      per un uomo aumenti le dosi decisamente sennò muore.
      il miele prima di andare a correre tienilo.
      un bacio

  6. Nicoletta says:

    Estetista cinica ti adoro!!! Mi hai fatto morire dal ridere, finalmente qualcosa di divertente ma che spiega bene questi argomenti…a un certo punto però mi sono cappottata dalla sedia…la banana non é un frutto??? Ma io a volte me la porto come spuntino al lavoro…fa ingrassare?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *