BellaVera

COSMETICI E VACANZE

Miniguida per un’organizzazione cinica del vostro beauty case.

Premessa ideologica: chi scrive ha un senso dell’ottimizzazione piuttosto approssimativo e vive secondo la consolidata filosofia del “se me lo dimentico lo compro lì”.

In pratica chi scrive (cioè io) non dovrebbe proprio pronunciarsi su come si fanno i bagagli, ma su questo blog ci scrivo solo io quindi tant’è.

Ma passiamo al sodo.

Cosa vi dovete portare per superare decorosamente le vacanze e tornare a casa senza esservi trasformate né in un’aragosta né in un coccodrillo?

DETERSIONE

Quando vi esponete al sole al mare, ai monti, ai laghi (vale tutto) la pelle del vostro corpo come risposta all’insulto dei raggi solari produce più sebo e più cellule morte.

Questo è il motivo per cui d’estate siete lucide come delle borsette di vernice e vi riempite di punti neri.

Per ovviare a questo sgradevole inconveniente dovete detergere la pelle con cura.

Quindi nel vostro beauty case inserirete:

UN OLIO NATURALE
che vi servirà anche per idratare la pelle e nutrire i capelli.

Io vi suggerisco il mio OLIO DENSO che è particolarmente adatto perché si sciacqua con acqua ed è in gel quindi non rischia di rovesciarsi in valigia trasformando i vostri costumi in un gigantesco pinzimonio ma, se non volete fare guadagnare questa tenera estetista, potete comprare un olio qualsiasi (purché naturale: cocco, mandorle, argan, avacado).

Verificate solo alcune cose: che la confezione si chiuda BENE e che non sia troppo profumato perché i profumi danno fotosensibilizzazione.

Tips da mandare a memoria:
la maggiore fonte di allergia nei cosmetici sono le PROFUMAZIONI, per questo i prodotti ipoallergenici ne sono privi o hanno delle profumazioni ipoallergeniche che riconoscete perché sono delicate e sono un po’ tutte uguali (le mie per esempio).
Se siete soggetti allergici o avete una pelle delicata occhio ai prodotti superprofumati.

COME USARE L’OLIO NATURALE?

  • Spalmatevelo sulla faccia, soprattutto la sera per rimuovere bene le tracce di solare anche se waterproof.
  • Rimuovetelo poi con un DETERGENTE SCHIUMOGENO.
    Il detergente schiumogeno dovete sceglierlo con cura. Perché deve essere DELICATO.

Il tensioattivo più delicato presente in commercio è il Disodium cocoyl glutamate (quello del mio spumone per intenderci, ma lo trovate anche altrove).
Se scegliete un detergente molto delicato non avrete il problema di dovervi portare il sapone intimo perché lo potete usare anche LÌ.

DETERSIONE CORPO

Vi conosco mascherine.
State attente a tutto e poi vi fate la doccia con i bottiglioni di bagnoschiuma superprofumato che, per carità, in condizioni normali vanno benissimo, ma su una pelle sensibilizzata dal sole ( e vento e salsedine etc. etc.) non sono il massimo.
Fatemi un favore.
Portatevi un docciaschiuma decoroso.

Come lo riconoscete?
Di solito fa poca schiuma ed ha una profumazione blanda.
No, non basta che ci sia scritto NEUTRO.
Deve avere un tensioattIvo delicato.

Tips. Mini guida tensioattivi
Aggressivi

Sodiul lauryl sulfate
Sodium laureth sulfate

Se volete semplificarvi la vita qui trovate il mio DOCCIASCHIUMA.
Altrimenti buona caccia!

Vi vedo già pronte con il ditino alzato che state per farmi una domanda

MA LO SCRUB?
Ecco, lo scrub mentre prendete il sole, il vento, la salsedine (etc. etc.) anche NO.
Vi scrubberete a casa.
Per ora lavatevi bene il viso e il corpo che è più che sufficiente.
(Usate la mia LUCE LIQUIDA? Potete continuare ad usarla di sera)

IDRATAZIONE

Dopo ore al sole, vento, salsedine etc. etc. ovviamente è fondamentale ripristinare un buon livello di idratazione della vostra pelle.

Quindi portatevi una crema e un siero (sul mio shop ci sarebbe TAN GLOW che vi ringalluzzisce anche il colorito oltre a darvi una bomba di acido jaluronico).

Io odio le creme ricche ma devo dire che in estate mi piace l’effetto glow (semilucido) che regalano alla pelle anche senza trucco quindi, personalmente, mi porto la ZERORUGHE che di solito non uso mai.

Se non volete cambiare la vostra crema potete ovviare aggiungendo il già citato olio naturale alla vostra abituale.

Spesso al mare (ma anche in montagna) il sole vi fa arrossare gli occhi e gonfiare il contorno occhi.

Per ovviare allo sgradevole effetto rana portatevi un contorno che terrete in frigorifero e che userete applicato a mo’ di maschera in situazioni d’emergenza e per prevenire le rughe in tutte le altre situazioni.

Perché al mare strizzate gli occhi, vi vedo nelle foto e lo so.
(Avete mai provato ZEROBLUE o DEPUFF che sono piene di acido jaluronico e attivi decongestionanti?)

SUL CORPO

Portatevi un doposole per l’effetto freschezza però sappiate che l’olio applicato sulla pelle bagnata è una bomba.

ALTRI INDISPENSABILI

  • Gel puro d’aloe. Lo trovate in erboristeria ed è un vero toccasana per le scottature. Usatelo come impacco.
  • Acqua termale spray. Se siete in luoghi in cui non è possibile farsi la doccia in spiaggia la potete usare per aiutarvi a rimuovere la salsedine.
  • Profumo senza alcool perché ATTENZIONE l’alcol è fotosensibilizzante e se vi fate la doccia nel profumo prima di una serata e poi andate in spiaggia il giorno dopo…

l’effetto leopardo è dietro l’angolo.

Sul mio shop trovate EOS ma in profumeria c’è anche altro.

Minitips capelli.
Potete sfruttare le vacanze per rendere i vostri capelli più belli invece che trasformarli in una massa stopposa provate il vecchio trucco della zia cinica insegnatole da una famosissima hair stylist:

  • prima di esporvi al sole applicate sui capelli asciutti un balsamo e poi spruzzarci sopra un protettivo uv (il protettivo uv per i capelli è fondamentale soprattutto se li avete colorati. Io uso quello di Nashi Argan col mio balsamo sotto).
    Durante la giornata al sole il calore aprirà le squame dei vostri capelli facendo penetrare i principi attivi del balsamo e facendo un vero e proprio trattamento ai vostri capelli.

L’ipocondriaca che è in me mi suggerisce di convincervi anche a portarvi:

  • Antibiotico ad ampio spettro
  • Tachipirina
  • Gentalyn beta
  • Farmaco per l’erpes se ne soffrite

E vi ricorda di verificare sempre l’effetto fotosensibilizzante dei farmaci.

Buone vacanze

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *