BellaVera

IL POST POLEMICO SUI RITOCCHINI

Questo post è lungo.
Spudoratamente.
Ma non tutto si può ridurre a 2 righe buttate lì.
Siate pazienti.

Lo avevo promesso ed eccomi qui.
Ho guardato San Remo (a tratti) e ho dovuto sopportare per giorni le considerazioni su Garko “pieno” di botulino.
Non avevo nemmeno il tempo per ribellarmi.
Ma ho covato nell’ombra. Ho scaricato foto. Ho trovato un’illuminante gallery di Vanity Fair in cui si “smascheravano” i ritocchini delle star (non ne hanno imbroccata una…).
Ho trattenuto il fiato.
Ma adesso sono qui.
Con tutto il mio entusiasmo e anche parecchie nozioncine.

Partiamo dall’inizio e occupiamoci di un po’ di teoria.
I “ritocchini” più famosi per il viso sono fondamentalmente:

  • IL BOTOX nome commerciale della TOSSINA BOTULINICA (i farmaci più usati si chiamano Vistabex e Azzalure)
  • IL FILLER DI ACIDO JALURONICO (impossibile elencare tutti i nomi commerciali)

MA COSA SONO E A COSA SERVONO NON VE LO HA MAI SPIEGATO BENE NESSUNO QUINDI DEVO INTERVENIRE IO A COLMARE LE LACUNE DEL SISTEMA DEL BEAUTY.
Un giorno qualcuno mi spiegherà perché nel mondo del beauty si raccontano più favole che nel TRONO DI SPADE.
Come se il fatto che si parli di bellezza autorizzasse ad affrontare le questioni con la stessa serietà di quando si parla di minipony.
Comunque, che sono incazzata/esterrefatta/delusa mi pare chiaro quindi ora concentratevi e imparate i FONDAMENTALI della medicina estetica con la

GUIDA CINICA AL RITOCCHINO

INTRO CINICA:
Il mio personale punto di vista sulla medicina estetica è ASSOLUTAMENTE FAVOREVOLE se fatta in maniera assennata.
Perché, amiche, qui sta il problema, non nello strumento, ma nell’uso che se ne fa.
La medicina estetica ha fondamentalmente una funzione PREVENTIVA dell’invecchiamento.
COSA INTENDO DIRE?
Che se una 55enne vuole l’effetto di un lifting o di una blefaroplastica senza fare un intervento e spera di ottenerlo buttando roba sulla faccia otterrà solo l’effetto di sembrare gonfia e non di sembrare giovane.
Questa questione è fin troppo chiara a tutte credo.
Se invece una 35enne vuole togliere le rughe nasolabiali con dell’acido jaluronico non si accorgerà di niente nessuno.
Nemmeno sua mamma.
E questo ve lo dico per esperienza personale visto che a 35 anni ho fillerato i solchi naso labiali e nessuno si è accorto di nulla.
Allo stesso modo se il botulino viene usato per togliere una ruga della glabella tra le sopracciglia avrà il solo effetto di alleggerire lo sguardo, se viene usato per sollevare una palpebra al posto di una blefaroplastica allora farà sembrare la donna che lo ha fatto la sorella brianzola di Crudelia DeMon con le sopracciglia da diavolo.

1_CRUDELIA

IL BOTULINO (e non fate quella faccia) è una neurotossina scoperta nel 1800 ed utilizzata in medicina dagli anni 60 per curare il blefarospasmo (avete presente quando “balla l’occhio” ecco quella roba lì) e lo strabismo.
Nell’usare il farmaco i medici si accorsero che, pofferbacco, nelle zone trattate le rughe si spianavano.
Da qui l’uso in medicina estetica riconosciuto in Italia da poco.
COSA FA IL BOTOX?
Il botulino è un miorilassante cioè rilassa i muscoli.
NON RIEMPIE.
Ripeto.
NON RIEMPIE.
Spiana.
E – colpo di scena – SI USA SOLO SULLA PARTE SUPERIORE DEL VISO OVVERO:

  • FRONTE
  • OCCHI

Basta.
No labbra. Uuuuuuuuhhhhhhh……
No zigomi. Uuuuuuuuuhhhhhhh…..

PERCHÈ LO SI FA?
Per togliere le zampe di gallina e le rughe della fronte, soprattutto la ruga della glabella che quella che si forma tra le sopracciglia di chi aggrotta spesso la fronte (i miopi di solito la hanno marcata perché strizzano gli occhi)

COME SGAMATE IL BOTOX?
Sgamare=tanare, smascherare (per chi chiama da fuori brescia)
Dipende.
Se è fatto in dosi minime e solo per le zampe di gallina o la ruga della glabella è difficilmente sgamabile.
Se è fatto per distendere le rughe della fronte ve ne accorgete perché la fronte appare innaturalmente liscia rispetto al resto del viso e non si muove con nessuna espressione.
Questa cosa è divertentissima da notare nei presentatori televisivi, perché se ci si abitua a guardarli bene si nota la fronte cementata.

Esempio 1. La fronte cementata di Kilye che tra l’altro avrebbe bisogno di una blefaroplastica come potete notare dalla stropicciatura delle sue palpebre superiori.

2_KILYE

Al contrario di Kilye Luciana Littizzetto muove la fronte

3_LITIZZETTO

Anche Hillary Clinton muove la fronte

4_HILARY

Daniela Santanchè non muove la fronte e ha il sopracciglio un po’ Crudelia.

5_SANTNACHE

Non pensate che non vi veda mentre strofinate le manine e guardate perfidamente le foto…

Passiamo ora alla spiega dell’ACIDO JALURONICO, che ha avuto una fortuna mediatica maggiore di quella del botulino, forse perché non si chiama tossina.
In realtà, nonostante stia simpatico a tutti e una delle frasi che io sento più spesso ripetere dalle mie pazienti sia “un po’ di acido jaluronico lo farei ma il botulino MAI” è L’ACIDO JALURONICO RESPONSABILE DEI DISASTRI GONFI CHE VEDETE IN GIRO.
Per spiegarvi cosa accade sulla faccia di chi si trasforma nell’anello di congiunzione tra la donna e il marshmellows devo spiegarvi alcune cose sul processo di invecchiamento di noi donne.
Quando pensate al passare del tempo sulla vostra faccia, tutte siete concentrate sulle RUGHE.
In verità a rendere “vecchio” un viso non sono le rughe ma il cedimento dei tessuti unito alla perdita dei volumi.
Mi spiego meglio: col passare degli anni il corpo produce meno collagene, che è responsabile del tono della pelle, e quindi i tessuti tendono a franare a valle. Le guance scendono, le palpebre scendono.
Sul corpo cascano le braccia e l’interno cosce.
In più sul viso col passare del tempo si perdono i volumi di alcune zone: gli ZIGOMI e le LABBRA prima di tutti, poi le GUANCE.
Provate a guardare una vostra foto del liceo (test valido solo per le over 35) e vedrete che, anche se il vostro peso è rimasto invariato, le vostre guance sono più scarne.
Allo stesso modo col passare del tempo la mucosa delle labbra si assottiglia.
Per questo motivo molte signore cercano di mantenere un viso turgido gonfiando un poco gli zigomi.
Convengo con voi che i risultati sono spesso disastrosi.
Guardiamo insieme alcuni esempi:

una giovanissima Kylie Minogue con un viso tondeggiante

6_KILYE

una meno giovane kilye col viso svuotato e gli zigomi riempiti (e il botox…)
Onestamente il filler mi sembra fatto con grazia e non mi pare la deturpi.
Se avesse usato anche il botulino con una mano più leggera Kilye starebbe benissimo!

2_KILYE

Passiamo al caso 2. Catherine Zeta Jones

Nella valutazione di Catherine si fa tutto molto complicato perché c’è una PESANTISSIMA mano di photoshop in tutte le foto che ho trovato.
Seguitemi che c’è da divertirsi.

Ecco a voi una giovanissima Catherine con un nasino perfetto e degli zigomi ampi e irradiati dalla luce del mattino riflessa nella criniera di un unicorno.

8_ZETA

Gli anni passano, le palpebre scendono (l’occhio di Catherine ha una forma che favorisce la discesa della palpebra) le labbra sono meno turgide ma gli zigomi continuano a riflettere imperterriti la luce degli unicorni. E forse si sono dati pure una pompatina. Il naso è sempre perfetto anche se meno perfetto di prima
Guardate la pelle di Catherine. Che texture!
Santo photoshop!

9_ZETA

Nel dettaglio controllate la palpebra di Catherine ( perché questo trucco verde acqua? Tra l’altro…) come potete vedere sta per appoggiarsi sulle ciglia.
Qualcuno chiami un chirurgo plastico!!!

10_ZETA

Ed ora preparatevi al più classico degli errori commessi dai giornalisti quando criticano i ritocchi delle star.
Dopo questo tutorial sgama-ritocco voi potrete litigare on line con chicchessia.
(lo so, prima o poi devo maturare…)
Ecco la nostra Catherine parecchi anni e parecchie traversie dopo. La didascalia della foto recita: anche Catherine Zeta Jones ha esagerato col botulino.
Peccato che di botulino nella nostra foto non ci sia nemmeno l’ombra.
Cosa ha fatto Catherine?
Ha pompato gli zigomi con l’acido jaluronico e ha fatto una blefaroplastica. Vedete nel dettaglio che la palpebra è tornata su?
In più in questa foto hanno usato molto meno photoshop e non si vede la luce da unicorno.
Le labbra sono più sottili.

11_ZETA 12_ZETA

Passano gli anni e le traversie aumentano.
Ecco una foto di Catherine pescata dalla Gallery di Vanity Fair e accusata di essere super ritoccata.
Povera Catherine.
È solo invecchiata, gonfia, lucida e senza photoshop.
Gli zigomi sono vuoti, la palpebra è riscesa.
Che una blefaroplastica non è mica per sempre…
Questo è il suo vero naso.
E i giornali infieriscono quando potrebbero stare zitti.

13_ZETA

Io spero che abbiate capito di cosa parliamo quando parliamo di botox.
Ma per divertirci guardiamo insieme altre immagini di dive accusate di aver esagerato coi ritocchini.
Provate a cercare di capire da sole cosa hanno fatto le VIPS in questione.

Caso 1
Corntney Cox

14_CORTNEY 15_CORTNEY

la povera Courtney viene accusata di avere esagerato coi ritocchini nella foto 2.
In realtà è solo invecchiata e fotografata senza poi dare una bella mano di photoshop.
Povera Courtney, con quei pori dilatati e il capello un po’ così.
Ora le mando almeno la luce liquida.

Caso 2
Megan Fox
Innanzitutto GIU’ LE MANI DA MEGAN FOX.
Rosicone.
Comunque nella già citata gallery anche lei veniva accusata di eccessivi ritocchini mettendo a paragone una sua foto delle medie con una foto super ritoccata
Cosa ha fatto in realtà?
Ha stretto il naso e ha cambiato le sopracciglia (chi non le ha cambiate dagli anni della pinzetta ruggente).
Per il resto è stata infusa con la solita luce d’unicorno con photoshop.

16_FOX 17_FOX

Caso 3
Jennifer Gardner
A parte: Giù le mani da Gennifer Gardner!
Eccoci davanti all’ennesimo errore di valutazione.
Anche qui vengono messe a paragone due foto diversissime.
Una senza frangia e senza luce d’unicorno.
Con la pelle lucida e pochissimo trucco
L’altra con frangia e boccolo, di tre quarti e super photoshoppata.
Cosa ha fatto Jennifer?
Nulla.
Ci siamo guardati la foto io e pure il dott. Motta.
Jennifer non ha fatto nulla.
Con buona pace dei giornalisti.

18_JENNIFER 19_JENNIFER

Ora tocca alla foto di copertina alla quale tengo particolarmente perché sono fan di Uma.
Cosa ha fatto Uma Thurman?
Nulla ragazze.
Non ha fatto assolutamente nulla.
Solo non le hanno messo il mascara e il liner, lei ha le ciglia chiare e sembra un pesce lesso senza  mascara.
In più non le hanno dato la solita passatine di cipria_photoshop.
Guardatela bene. È assolutamente la stessa persona con gli occhi struccati e fotografata male.

Ogni tanto queste cover STAR mi fanno tenerezza. Tutti si sentono autorizzati a dire cosa hanno o non hanno fatto: sono ingrassate, sono dimagrite, hanno il botox, non hanno il botox.
Che tristezza!

Per chiudere vi devo dire che sì, anche io, ho una goccia di botox alle zampe di gallina.
Anzi ormai si è riassorbito.
Non appena lo rifaccio vi faccio vedere l’effetto.
Ora sono così.

cri

Il post sui ritocchini è finito.

Spero di esservi stata utile.
Sono sicura che avete milioni di domande.
Ricordatevi di scrivere a:
lapostadelcuscinetto@estetistacinica.it
sapete che primo o poi rispondo.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

96 pensieri su “IL POST POLEMICO SUI RITOCCHINI

  1. Roberta Malzanni says:

    Tantissimi danni li fanno i truccatori, che pur di seguire le mode usano i colori più sbagliati possibili, come risultato i volti sembrano stravolti..la zeta-jones per esempio, la smettessero di truccarla con colori caldi che pare perennemente malata…e poi i giornalisti sparano nomi di trattamenti a caso senza sapere di cosa parlano!

  2. Irene Recupero says:

    Cinica, una pregunta. anche io ho ho la forma degli occhi simile a quello della Zeta Jones e a 40 anni la situazione comincia a farsi pesante. la mia estetista sostiene che, data la forma di partenza, la blefaroplastica non farebbe una gran differenza. che ne pensi

  3. Eleonora says:

    Aspettavo questo post!!!
    Quando prenotiamo il mio filler?
    😁😁
    Grande Cristina cm sempre! Cm ci spieghi le cose tu, non ci riuscirebbe nessuno!

  4. Maria Chiara Biasin says:

    Hillman, il grande (James Hillman è stato descritto alternativamente come uno psicologo indipendente, un mago, un visionario, un maniaco e un Re-filosofo contemporaneo. Ha studiato con il grande psichiatra svizzero Carl Jung ed ha insegnato in varie università americane. Malgrado queste credenziali, Hillman è lontano dall’essere considerato una figura appartenente al mondo della psicologia. Infatti è visto da molti suoi colleghi come un pensatore profondamente sovversivo, una spina nel fianco degli psicologi rispettabili.Come fondatore della “psicologia archetipica”, una scuola di pensiero diretta a revisionare e “reimmaginare” la psicologia, Hillman crede che la psicologia debba evolversi oltre il suo “riduzionismo” presente ed abbracciare teorie sullo sviluppo umano.

    Dagli anni sessanta ha scritto, insegnato e tenuto conferenze sulla necessità di portare le terapie fuori dalle sale di consulenza e nella realtà del mondo. “La psicologia si è ridotta ad una ricerca banale ed egocentrica, egli afferma, piuttosto che ad un’esplorazione dei misteri della natura umana”.

    Uno dei più grandi di questi misteri, secondo Hillman, è la questione del carattere e del destino. )….dicevo che il grande James Hillman ha posto un grande quesito: ” prima di morire, qualcuno mi spieghi che differenza c’è tra la chirurgia estetica (intesa come artefazione) e il burqa” secondo Hillman la chirurgia estetica è un crimine contro l’umanità…perchè le rughe sono il risultato del vissuto di una persona, sono il suo cammino, il volto dell’uomo, come essere, deve avere traccia di ciò che quell’uomo è stato, di ciò che ha fatto, di quali emozioni ed esperienze ha vissuto…..ecco…secondo lui…i ritocchini…banalizzano la profondità e la bellezza di un volto che porta consapevolmente i suoi segni. Con questo, non volgio dire che io sono contraria al ritocco….no…ma volevo condividere con voi questa riflessione…e questa nozione che ho appreso….tutto qui….mi faceva piacere….ecco…..da estetista sfortunata quale sono….per una serie di motivi…..non riesco a non pensare al mondo che amo, quello della bellezza, fatto anche e soprattutto di cultura e conoscenza….di aggiornamenti e di crescita……e anche di donne vere….un po’ come noi…..bacio…scusate la palla…..

  5. Francesca del Vecchio says:

    Brava come sempre!
    È davvero interessante leggerti, perché tra un sorriso e l ‘ altro cresce positivamente la consapevolezza.
    La notizia delle labbra che peggiorano mi ha un po’rattristato: possibile che la cosa sia un po’già accaduta a 34 anni? Temo di sì.

  6. Sara Ricci says:

    cmq cinica…il tuo prossimo libro deve essere quello su botox e filler, sallo. come lo spieghi tu non lo spiega nessuno. per questo comprerò il primo libro. poi anche questo sui ritocchini. amen. adesso passo il link a quel fuori di testa botox invasato di mio cugino. ciao.

  7. Anna says:

    Molto molto apprezzato.molto molto chiaro.
    E poi insomma,i termini bresciani aiutano il tutto!
    Comunque vorrei chiederti se puoi chiedere ad istagram di inserire il filtro “luce di unicorno”
    Risolve un sacco di problemi vedo..
    Potremmo anche brevettarlo per averlo sempre disponibile anche nella vita “reale”.
    Grande cinica!

    Comunque all’ignoranza non c’è mai fine…anche se tutti si sentono un po’ tuttologi (o tuttologhi?)

  8. Gemma Lippi says:

    Cinica Santa Subito! A me avrebbero detto delle vitamine sotto cute, perchè ancora non ho segni di qualcosa, o rughe troppo in vista…va detto che curo la pelle tantissimo e un pò è natura…Ma io ‘ste vitamine le voglio fortissimamente, ho solo un pò di paurina…

  9. marta says:

    Ancora sono troppo giovane, ma mi salvo il post e superati i trenta vado a ripescarlo come guida da seguire per i ritocchini a cui prevedo che finirò anch’io col sottopormi. Condivido l’idea che se con ragionevolezza e moderazione possano semplicemente aiutare una donna a ”patteggiare” con l’invecchiamento. Altrimenti via trucco, tacchi e qualunque cosa vada a migliorare artificialmente il proprio aspetto.
    Intanto sto provando la tua luce liquida 😀
    Marta

  10. Erika says:

    Ma chirurgia a parte, non posso fare proprio niente per la palpebra che certi giorni minaccia di cadere? (42 anni, pelle mista, ZERO RUGE ma palpebra minacciosa)

  11. Sara says:

    Non sono molto d’accordo sulle analisi di Courtney Cox e Megan Fox.
    Sulla prima direi che le due foto che hai postato sono entrambe dopo un intervento e ci sono foto in cui è decisamente più gonfia. Basta poi guardare anche mentre recita e vedere che le espressioni facciali sono marcatamente plasticate. Inoltre lei stessa ha ammesso di aver esagerato.
    Sulla seconda sono d’accordo che spesso si confrontano foto che hanno troppi anni di differenza (anche per altre dive cmq) ma nel suo caso prova un po’ a guardare le foto del 2010 (quindi pochi anni dopo quella diciamo “15enne”) e vediamo se si è fatta solo il naso.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *