BellaVera

Beauty routine primaverile

L’inverno è finito e voi siete pronte a sbocciare come teneri fiorellini.

Almeno mi piace pensarla così.

In verità LO SO che siete bianchicce, pelosette e con un disperato bisogno di uno scrub.

Quindi eccomi qui zelante e pronta a guidarvi verso lo splendore primaverile.

PIANO D’ATTACCO PRIMAVERILE CINICO PER FAGIANE USCITE DAL LETARGO

A meno che non viviate in paradisiache località prive di inquinamento (e per questo io vi detesto) avete la pelle grigia.
In inverno i livelli di smog nelle grandi città salgono alle stelle e, ora, avete bisogno di tornare luminose come le fanciulle dei quadri di Renoir.

Quindi chiamate la vostra estetista e fissate un appuntamento per la pulizia del viso.
Potete anche fare un’esfoliazione profonda con dei prodotti non fotosensibilizzanti.

O MEGLIO.
Parliamoci chiaro.
ORA È  APRILE.
SE VI VOLETE METTERE AL SOLE IL WEEK END NON LA FATE L’ESFOLIAZIONE!

Se siete delle sfigate come me, che il mare lo vedranno al massimo a giugno, invece potete farvi l’esfoliazione tranquillamente.
Trovate tutti i chiarimenti in questo post.

Se vi trovo in giro macchiate vi blocco sui social network.
Sappiatelo!

LA DETERSIONE

È il momento di tornare al mio amato PANNO IN MICROFIBRA con l’olio naturale (ancora meglio con il mio Olio Denso).

Come si usa?

  • Vi spalmate un olio naturale sul viso asciutto (va benissimo anche se siete truccate).
  • Bagnate il panno con acqua tiepida e lo passate sul viso (anche sugli occhi, toglie benissimo il mascara).
  • Se la vostra pelle è particolarmente secca e non tollera né l’olio con il panno né i normali detergenti schiumogeni potete mettere un filo di olio prima del detergente schiumogeno: spalmate l’olio sul viso asciutto e poi insaponate.
  • Siete pronte!

CAMBIATE CREMA

O MEGLIO: io spero che voi abbiate già capito da sole che d’inverno va usata una crema un pochino più corposa e d’estate una più leggera. Per evitare l’effetto “pelle che si squama” col freddo e l’effetto “pelle che si squaglia d’estate”.

Ecco, ora non è propriamente estate ma quando esce il sole fa caldo perché la mattina siamo uscite tutte intabarrate e quindi cominciamo a sudare e diventare lucide. Che non c’entra nulla con l’effetto “glow” degli illuminanti tanto di moda: ci fa solo sembrare panzerotti fritti.

Quindi CAMBIATE CREMA.

E come la scegliamo la crema?

Leggendo questo post.

E comunque ricordandovi che NO SILICONI E NO PETROLATI è sempre cosa buona e giusta.

******Per chi usa i miei prodotti******

Se usate Zerorughe d’inverno potete passare a Zerostress.
Se usate Zerostress potete passare a Zerosmog.
E uniteci la Luce liquida se la vostra pelle è mista/grassa o impura.

E NO, LA LUCE LIQUIDA NON DÀ FOTOSENSIBILIZZAZIONE E POTETE USARLA TUTTA ESTATE.

Potrebbe essere una buona cosa anche usare un prodotto alla vitamina C che aiuta a riparare e prevenire i danni del fotoinvecchiamento.

Un suggerimento valido per tutte, soprattutto nelle mezze stagioni, è usare due diverse creme e no, non mi riferisco a una crema giorno e una crema notte ma a due creme con consistenze diverse: una crema più leggera e una più corposa.

La nostra pelle non è uguale tutti i giorni, nel periodo del ciclo è più grassa, altri giorni è più secca. Le sue condizioni dipendono anche da come mangiamo: cibi grassi o salati ne cambiano l’equilibrio. Per non parlare dell’acqua del rubinetto, che ha effetti diversi a seconda che sia più o meno dura.
Insomma tutto questo per dirvi che la pelle non è uguale tutti i giorni e la crema che è perfetta oggi può rivelarsi sbagliata tra due giorni.

LA FOTOPROTEZIONE

Io non sono una fanatica della fotoprotezione sempre e comunque perché i filtri solari sono sempre poco dermocopatibili, se devono stare fermi sulla pelle e schermare i raggi solari devono anche formare una sorta di pellicola sulla pelle interagendo con tutte le sue normali funzioni.

MA

  • se avete un problema con le macchie solari
  • se siete incinta
  • se state prendendo antibiotici o altri farmaci fotosensibilizzanti

è meglio che vi proteggiate se state molto al sole o all’aperto.

Solitamente, per il sole di primavera preso sporadicamente in una passeggiata, può bastare la protezione 30 ma, se siete soggette a melasma o macchie, preferite la 50.
(Maggiori informazioni sulla protezione solare qui)

2 pensieri su “Beauty routine primaverile

  1. Silvia says:

    Ciao!!Se uso Zero più…a cosa posso passare in primavera? io ho la pelle mista grassa che ha tantissimo bisogno di essere nutrita..Grazie!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *